Home Offerta formativa Calendario esami di profitto
19 | 09 | 2017
Calendario esami di profitto Stampa E-mail

Calendario degli esami delle SESSIONI ESTIVA ED AUTUNNALE 2016/2017 

Calendario dell'appello per i SOLI LAUREANDI (settembre 2017)


DISPOSIZIONI GENERALI SULLE MODALITA’ DI ACCERTAMENTO DEL PROFITTO

(art. 9 Regolamento didattico)

1. Gli esami di profitto sono di norma orali. E’ consentito lo svolgimento di prove intermedie, che non danno luogo all’attribuzione di crediti. La prova è finalizzata ad accertare l'avvenuto raggiungimento degli obiettivi prefissati per la specifica disciplina. Per le Lingue straniere sono previste prove di valutazione idoneativa che si concludono con un giudizio positivo o negativo.

2. Nel rispetto di quanto stabilito dall’art. 11, comma 6, del RDA, l'ordinamento didattico del CdS consta di 27 esami di profitto (11 di base, 12 caratterizzanti, 4 a scelta) e una prova di idoneità per la conoscenza della lingua straniera.

3. L'esame è individuale. La valutazione degli esami è espressa in trentesimi. Gli esami sono superati con la votazione minima di diciotto trentesimi; la votazione di trenta trentesimi può essere accompagnata dalla lode per voto unanime della Commissione. A decorrere dall’a.a. 2015/2016, alle coorti di immatricolati si applica la media ponderata dei voti riportati agli esami di profitto quale rapporto fra la somma dei prodotti dei voti per i relativi CFU e la somma dei CFU totali. Il calcolo della media ponderata va effettuato assumendo come pesi i CFU assegnati a ciascuna attività formativa per la quale è prevista una votazione in trentesimi.

4. La Commissione opera nei locali del Dipartimento, aperti al pubblico, al fine di assicurare la pubblicità degli esami. In caso di necessità, una commissione può essere autorizzata dal Direttore ad operare fuori da detti locali, purché il Presidente della stessa assicuri la pubblicità della prova.

5. Le Commissioni di esame, su proposta della CCD, sono nominate dal Consiglio di Dipartimento e sono composte da almeno tre membri, uno dei quali è il titolare del corso di insegnamento, che svolge le funzioni di Presidente; gli altri sono professori di ruolo o ricercatori del medesimo settore o di settore scientifico-disciplinare affine o cultori della materia secondo le norme di Ateneo vigenti. La Commissione delibera validamente in presenza di almeno due membri. In caso di impedimento, il Presidente è sostituito dal titolare di una disciplina dello stesso settore scientifico-disciplinare o settore affine, con apposito decreto di nomina del Direttore del Dipartimento.

6. Il verbale di esame viene redatto in forma elettronica ed è firmato digitalmente solo dal Presidente della Commissione esaminatrice. Nel caso in cui il verbale di esame sia redatto in forma cartacea è firmato dai membri della Commissione che hanno effettuato la valutazione. In tal caso, il Presidente della Commissione, o suo delegato, curerà il ritiro e la consegna del verbale debitamente compilato in tutte le sue parti alla Segreteria Studenti entro 48 ore dalla conclusione della seduta di esame.

7. A marzo e novembre di ogni anno viene pubblicato sul sito web del Dipartimento il calendario didattico con le date degli appelli degli esami di profitto, che, senza sovrapposizioni con i corsi di insegnamento, devono avere inizio alla data fissata e portati a compimento con continuità. Eventuali deroghe per gravi ed eccezionali motivi dovranno essere autorizzate dal Direttore del Dipartimento che dovrà verificare che ne sia data tempestiva comunicazione agli studenti. In nessun caso la data d'inizio di un appello può essere anticipata. Gli appelli devono esaurirsi nel mese stesso in cui hanno inizio.

8. E' obbligatoria la prenotazione degli esami di profitto attraverso le apparecchiature informatiche esistenti presso le strutture del Dipartimento. Le prenotazioni iniziano 21 giorni prima e terminano 7 giorni prima dell'appello previsto per ciascun insegnamento. Non possono effettuarsi prenotazioni dopo la scadenza dei termini. Di norma, per ciascuna seduta di esami è ammesso un numero di prenotati non superiore ad 80.

9. A conclusione del ciclo di lezioni relativo a ciascun insegnamento, ai sensi dell’art. 20 del RDA, in ciascuna sessione lo studente in regola con gli adempimenti amministrativi può sostenere senza alcuna limitazione tutti gli esami nel rispetto esclusivo delle propedeuticità. I candidati che si presentano per sostenere un esame di profitto possono ritirarsi nel corso dello svolgimento della prova. Nell’ambito della medesima sessione, l’intervallo che deve intercorrere tra l’appello di un esame e il successivo appello dello stesso è stabilito di norma in almeno 21 giorni.

10. Lo studente è tenuto a fare la prenotazione degli esami per il singolo appello mensile cui intende partecipare. Qualora rinunci a presentarsi all'appello prenotato, è tenuto a rinnovare la prenotazione per l'eventuale appello successivo. Il diario di ciascun appello di esami, ripartito in sedute, verrà adeguatamente reso pubblico a cura del docente sulla propria pagina web 3 giorni prima dell'inizio dell'appello stesso.

11. Presso il Dipartimento di Giurisprudenza le prove di valutazione del profitto si svolgono di norma in tre sessioni (estiva, autunnale, straordinaria) per un totale di sei appelli annuali.

12. L’assegnazione degli studenti agli insegnamenti pluricattedre del CdS avviene secondo automatismi basati sulla ripartizione per lettere alfabetiche. Alla cattedra assegnata si resta vincolati per due anni accademici.

13. Agli studenti che, per effetto della rotazione biennale, siano assegnati a una cattedra diversa da quella di cui hanno seguito il corso di insegnamento, è data facoltà di sostenere l’esame sul programma della cattedra di provenienza.